.
Annunci online

uterrazzu
Il blog di Giuseppe Carpita





CULTURA (CULTURA)
8 giugno 2010

La forza dell'oblio che non costruisce

Nel suo consueto editoriale della domenica  su La Stampa, Barbara Spinelli ha toccato l'altro ieri il tema della memoria collettiva in Italia, arrivando ad affermare che "l’Italia non ha una memoria collettiva che archivi stabilmente la verità e la renda a tutti visibile. Da noi la memoria storica si dissipa, frantumando e seppellendo fatti, esperienze, sentenze...È il vizio di tanti suoi responsabili (nella politica, nell’informazione) pronti a convertirsi ripetutamente. Pronti al trasformismo, a voltar gabbana". Mario Pirani nella sua "Linea di confine" su la Repubblica di ieri ha ripreso indirettamente l'argomento a proposito dell'episodio occorso ad alcuni alunni di una scuola media di Roma che avevano intonato Bella ciao e per questo sono stati ripresi dalla loro dirigente scolastica. Pirani tra l'altro rileva il "clima generale di misconoscimento e snaturamento della storia d'Italia, con un ricasco polemico che svia il senso degli eventi. Questo può riguardare la Resistenza o, se visto in chiave leghista, il Risorgimento, il Tricolore, l'Unità d'Italia o, infine, per non pochi esponenti del Pdl, la stessa Costituzione". Insomma un perenne presente senza passato ma anche senza futuro.

condividi facebook
del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  



CULTURA (CULTURA)
29 maggio 2010

L'indifferenza

L’intervista rilasciata dal presidente emerito della Repubblica Ciampi a Massimo Giannini de la Repubblica  è destinata a fare rumore per la denuncia che fa circa “i giorni terribili del ‘92”. Gli fa eco Walter Veltroni rispondendo al TG3 , quale componente della commissione parlamentare antimafia. Fatti che dovrebbero suscitare quanto meno emozioni per la portata di ciò che si tratta. E invece si nota in giro la conferma di un atteggiamento di indifferenza, come se si trattasse di cose lontane non solo nel tempo. Del resto è pur vero che l’indifferenza si connota come mancanza assoluta di partecipazione o di interesse dell’individuo sul piano sociale e morale primo che politico. L’indifferenza in fondo è figlia dell’apatia, alla lettera mancanza di sentimento, che porta all’autoreferenzialità oggi dominante. Si vive nella bolla dove tutto appare normale, dove non c’è distinzione tra bene e male e dove tutto scorre sotto gli occhi come se non ci appartenesse. Questa situazione si è aggravata per un’informazione spesso distorta a livello televisivo e non solo, di cui si alimenta buona parte dell’opinione pubblica.

condividi facebook
del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  
sfoglia     maggio        luglio

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 
 



giuseppecarpita@gmail.com





blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
POLITICA
CHIESA CATTOLICA
FAMIGLIA
COMUNICAZIONE
CULTURA

VAI A VEDERE


 Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a giuseppecarpita@gmail.com e saranno subito rimosse.  L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. L'autore si impegna a cancellare nei limiti delle possibilità i commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, i commenti che contengono turpiloquio. Tali commenti non sono da attribuirsi all'autore del blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora dovesse sfuggire la cancellazione di commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze lo si comunichi alla mail sopra indicata. 



CERCA